LA DIVINA COMMEDIA –                         IL CODICE EGERTON

 

Il facsimile del codice Egerton 943, conservato presso la British Library di Londra, è uno dei manoscritti più lussuosi e precoci della Divina Commedia. Il codice Egerton merita un posto di assoluta preminenza nella storia dell’iconografia dantesca e dell’illustrazione libraria, poiché è il più antico manoscritto della Commedia a recare una recensione miniata completa. Ben 253 miniature sono state realizzate dal Maestro degli Antifonari di Padova, miniatore attivo con la sua bottega tra Padova e Bologna, in un periodo compreso tra primo e quarto decennio del Trecento.

Il Commentario

Il facsimile del codice Egerton 943 – come tutti gli altri codici pubblicati in questi anni – è arricchito dal Commentario, un volume di saggi teso ad illustrarne ogni aspetto: dalle miniature realizzate dal Maestro degli Antifonari di Padova, studiate da Federica Toniolo, alle loro fonti illustrative, alle quali è dedicato il saggio di Chiara Ponchia, seguito a sua volta da un corposo apparato di tavole fuori testo; e ancora il «viaggio nella Commedia» di Marco Santagata, curatore del volume, e il saggio di Anna Pegoretti, che ricostruisce la storia del codice e ne presenta in modo organico tutte le principali caratteristiche.

La rilegatura del facsimile

Il taglio del codice è spruzzato in oro sui tre lati, la piegatura e la composizione sono eseguite interamente a mano. Il volume è cucito manualmente con filo coban ritorto grezzo mediante telaio.
La copertina è in tutta pelle su quadranti in legno, con decoro e stemma in oro sui piatti. Il dorso a cinque nervi forma sei caselle con doratura all’interno delle stesse e sui nervi. Nella seconda e nella terza casella sono presenti il titolo e l’indicazione del luogo conservazione.
Sullo spessore della copertina sono presenti tre filetti in oro. La cerniera interna è in pelle. Una decorazione a riquadro in oro è presente all’interno dei piatti anteriore e posteriore.
La riproduzione facsimilare è custodita in un cofanetto in tela con orlatura in pelle.